Anno nuovo, stesse tasse, ma con qualche novità in vista. Se non hai chiaro il panorama del canone Rai per il 2018, nessun problema, questo è l'articolo che fa al caso tuo. Tutti i dettagli sull'esenzione e sulla nuova normativa, in vigore dal 3 marzo.

Canone Rai e bolletta luce

L'importo da pagare per la tassa più famosa della televisione italiana, il canone Rai, non è variato rispetto allo scorso anno. La cifra si attesta sui 90 euro e, anche per il 2018, viene pagata attraverso la bolletta luce. Come mai la paghiamo nella bolletta dell'energia elettrica?

Questo accade poiché, da due anni a questa parte, è stata inserita la cosidetta presunzione di detenzione, per cui chi è titolare di una fornitura elettrica a sua volta sarà in possesso di un televisore. Questo accorgimento è stato preso per cercare di avere una diminuzione delle casistiche di evasione. Infatti tutti noi paghiamo il canone con un addebito diretto sulla bolletta luce.

Se sei possessore di una utenza per l'energia elettrica, ma non hai nella tua abitazione un televisore, puoi richiedere l'esenzione del canone Rai. In che modo? Basta compilare il modulo dedicato o compilare una dichiarazione sostitutiva. Visto che ormai siamo a marzo, l'eventuale richiesta avrà valore relativamente alla seconda parte dell'anno.

Come pagare il canone Rai

Come detto poco fa, per tutti coloro che hanno una utenza domestica per la luce, non è difficile effettuare il pagamento. Per il canone Rai nel 2018, infatti, avviene ancora l'addebito automatico in bolletta, per un importo di 90 euro. Le rate sono rate mensili e nella bolletta trovi l'importo sotto la dicitura "Canone di abbonamento alla televisione per uso privato". In caso di mancato possesso di un apparecchio televisivo, bisogna ricordarsi di effettuare l'apposita segnalazione e compilare la dichiarazione sostitutiva.

Esenzione canone Rai: le novità

Per quanto riguarda il 2018, ci sono anche quest'anno delle categorie di persone stabilite da apposita normativa, che possono richiedere l'esenzione del canone Rai. Riassumiamo di seguito chi sono coloro che hanno diritto a non pagare il canone:

  • Soggetti che non possiedono un televisore;
  • Cittadini over 75 che non convivono con altre persone aventi un reddito, e con reddito che non superi, ecco la novità, gli 8.000 euro su 13 mensilità;
  • Soggetti invalidi civili;
  • Militari delle FAI e della NATO.

In pratica, con l'ultima normativa approvata dal MEF, c'è stato un innalzamento del limite di reddito che era previsto per i cittadini di età superiore ai 75 anni. Se hai bisogno di richiedere l'esenzione del canone Rai, la procedura è la seguente:

  • Entra nel sito internet della Agenzia delle Entrate e scaricat questo modulo;
  • Compila attentamente il modulo e tutti i campi presenti;
  • Stampa il modulo suddetto, firmalo, e poi spediscilo alla Agenzia delle Entrate, a questo indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV, 10121, Torino
  • Da ricordare: la scadenza del 1° semestre era a fine gennaio, quindi l'esenzione richiesta sarà valida per il 2° semestre del 2018
  • .

Segui tutti gli aggiornamenti sul canone Rai e sulle spese delle tue bolle luce e gas qui.