Schermi enormi, telefoni che assomigliano di più a tablet, display e fotocamere ad alta risoluzione. Con tutte queste caratteristiche e funzionalità, per i moderni smartphone avere una batteria che sia di qualità è sempre più importante. Anche le batterie, però, hanno un tempo di vita limitato, soprattutto se utilizzate nel modo errato. Sei sicuro di sapere come far durare di più la carica del tuo cellulare? Qui trovi qualche informazione utile per scoprirlo.

Come far durare di più la batteria del tuo smartphone

Tutti i più recenti cellulari hanno solitamente batterie agli ioni di litio, che sono quelle che tendono ad avere una durata non molto ampia. Bisogna sapere però quanto e come andrebbero ricaricate. Vi consigliamo, per non rimanere senza carica, di tenere un power bank sempre con voi. Detto ciò, ecco come riuscire a ottimizzare la durata della carica del vostro apparecchio di telefonia mobile.

Batteria e temperatura ideale

Le moderne batterie a ioni di litio, rispetto a quelle che erano presenti nei vecchi cellulari, sono maggiormente soggette all'usura dovuta al passare del tempo. Secondo le statistiche, reggono al massimo per 2 anni, nonostante i componenti siano più o meno resistenti. Uno dei fattori che influenza il "tempo di vita" di una batteria è la temperatura. Diciamo che, per gli ioni di litio, il calore non rientra tra i migliori amici.

Se devi ricaricare il cellulare, scegli un posto che non sia vicino a fonti di calore. Se dovessimo ipotizzare una temperatura ideale, dovrebbe aggirarsi tra i 15 e i 22 gradi massimo. Attenzione anche a non scegliere cover troppo spesse.

Non scaricare del tutto la batteria

Secondo uno studio della Battery University, far scaricare completamente lo smartphone, arrivare quindi a una scarica profonda, velocizza il danneggiamento della batteria. Il consiglio, in questo caso, è di cercare di non arrivare mai fino a questo punto e mai sotto il 15% di carica. Il caricamento ideale dovrebbe stare tra il 65% e il 75%, proprio per evitare l'usura precoce della batteria. Se siamo nel caso in cui la carica sia bassissima, si consiglia di non caricare subito il cellulare al 100%.

Non tenere sempre lo smartphone in carica

Nella maggior parte dei luoghi, ormai, esistono prese adatte a ricaricare smartphone e dispositivi mobile. Tuttavia, lasciare costantemente il cellulare in carica può rivelarsi controproducente. Secondo gli ultimi studi, infatti, tenere perennemente il vostro device attaccato al caricatore, non farà altro che aumentare la possibilità che la batteria si usuri velocemente. Inoltre, la batteria starebbe lavorando inutilmente. Se proprio lo si vuole riattaccare alla presa, bisognerebbe assicurarsi che si sia consumato almeno il 20% della carica.

Impostare il risparmio energetico

Quante volte ti sei chiesto a cosa serve impostare la funzione di risparmio energetico? Se hai poca carica sul cellulare, è quello che ci vuole per farti durare la batteria un po' di tempo in più. Infatti, impostandolo, vengono disattivate alcune funzionalità, come la vibrazione, il gps. In questo modo avrai uno scarto di tempo maggiore per poter continuare a usare il telefono.

Controllare il livello di luminosità

Come spesso accade, avere un display con colori vividi e accessi fa sempre piacere. E in molti smartphone viene lasciata la luminosità con la regolazione automatica, in base al tipo di ambiente in cui ci si trova. Pare che invece, per una maggiore durata della batteria, sia meglio mantenerla a un livello stabile e non troppo alto.

Disattivare app e servizi non necessari

Un altro modo per risparmiare energia e carica sul vostro telefono consiste nel disattivare ciò che non serve. È inutile lasciare accesi bluetooth, gps, e così via. Consumano batteria inutilmente, se non li stai usando, disattivali. Stesso discorso per le APP in background che non si utilizzano di frequente. Per tutto ciò che invece va usato spesso, come Whatsapp o simili, meglio tenerle attive, per non doverle ricaricare nella RAM del cellulare ogni volta.