Direttamente dalla Cina arriva il nuovo pannello a celle solari in grado di trasformare la pioggia in energia. Sembra impossibile ma il traguardo raggiunto è reale! Gli scienziati della Ocean University of China e della Yunnan Normal University hanno inventato il primo pannello solare capace di adattarsi a tutte le stagioni.

Come funziona?

Come affermato dal professor Qunwei, le celle che compongono questo speciale pannello possono convertire le gocce di pioggia in energia elettrica, questo grazie a una rivisitazione dei componenti delle singole celle. Queste sono ora formate da un elettrodo combinato con nuova “Cella di Gretzel”, alla quale gli scienziati hanno aggiunto un sottile strato di grafene. Il tutto è stato poi posizionato in uno speciale supporto trasparente, composto da indio e stagno.
Questa rivisitazione, all’atto pratico si traduce in una maggiore sensibilità da parte di ogni cella, le quali sono ora in grado di convertire la pioggia in energia elettrica, mantenendo ovviamente la capacità base di assorbire e convertire la luce solare.

Questa conversione, dall’acqua all’energia, avviene grazie alla separazione del sale presente nelle gocce in tre distinti elementi, e all’aggancio di ciò che resta al grafene. In questo modo, insieme agli elettrodi, è possibile generare energia elettrica.

Ci vorrà sicuramente del tempo per sdoganare questa tecnologia e per trovarla nelle case dei privati, ma nonostante tutto, questo è un ottimo inizio! Non dimenticate però che si può, e si deve, risparmiare adesso. Come? Confrontando le tariffe di energia elettrica, risparmiando sul costo della bolletta della luce, e adottando soluzioni energetiche per dare un taglio netto agli sprechi.