Energia Elettrica: costi, tempi e modalità per cambiare fornitore della luce.

Cambiare fornitore Energia Elettrica: costi, tempi e modalità. Tutto quello che c’è da sapere in caso di migrazione su nuovo contratto.

Energia Elettrica: costi, tempi e modalità per cambiare fornitore della luce.

Il mercato libero dell’Energia.
La liberalizzazione del Mercato dell’Energia, avviata in Italia nel 1999 con il Decreto Bersani, è diventata realtà a partire dal 1° luglio 2007: tutti i clienti, anche domestici, finalmente possono scegliere liberamente il fornitore di energia elettrica e di gas senza essere vincolati al proprio distributore locale.

Si è trattato di un cambiamento epocale, che ancora oggi deve esprimere appieno il suo potenziale; i consumatori, un tempo fruitori passivi di un servizio, ora diventano protagonisti di un mercato sempre più concorrenziale, con la possibilità reale di scegliere il proprio fornitore, e di cambiarlo secondo il proprio grado di soddisfazione sui prezzi e sulla qualità del servizio.

Gran parte delle famiglie italiane deve ancora comprendere il potenziale di risparmio sulle bollette energetiche, e non a tutti è chiaro quanto sia semplice cambiare fornitore. Se è consentito un paragone, si tratta di una situazione analoga ai primi anni in cui è stata lanciata la MNP, la possibilità di cambiare operatore mobile mantenendo il proprio numero di cellulare: dapprima sembrava una procedura complicata, ora è diventata normale amministrazione – e tutti quanti l’abbiamo sperimentato di persona almeno una volta!

Le 4 cose da sapere per cambiare fornitore dell’energia elettrica.
Cambiare fornitore è semplice:

  • Non occorre cambiare contatore.
  • Non è necessario alcun intervento tecnico sul vostro impianto elettrico.
  • Non ci saranno interruzioni del servizio.
  • Non ci sono costi aggiuntivi.

Cambiare fornitore: Modalità, tempi e costi

Tutto quello che dovete fare è sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura con l’operatore di vostra scelta!
Il nuovo fornitore si occuperà di gestire la disdetta del vostro attuale contratto e vi comunicherà la data prevista per il passaggio effettivo e in circa 30 giorni la procedura sarà completata.
Qualche giorno prima del passaggio sarà effettuata la lettura del contatore: il conteggio servirà come riferimento per il nuovo fornitore per la corretta contabilizzazione dei consumi e consentirà al precedente fornitore di verificare i dati ed emettere un’eventuale fattura a conguaglio.
Il passaggio da un operatore all’altro è gratuito, salvo eventuali spese di bollo. A seconda della modalità di pagamento scelta, vi potrà essere richiesto dal nuovo fornitore un deposito cauzionale che comunque sarà restituito al termine del contratto. Verificate sempre con attenzione queste clausole, che possono variare da offerta a offerta e da fornitore a fornitore.

Come risparmiare sull’energia elettrica e come confrontare i costi

Impariamo innanzitutto a confrontare i prezzi! I costi dell’energia elettrica si calcolano in Euro per Kilowatt, e sono differenziati per profilo di consumo nell’arco della giornata:

  • Tariffa monoraria: detta anche Fascia Unica, prevede un solo prezzo uguale indipendentemente dall’orario.
  • Tariffa bioraria: i prezzi sono differenziati per fascia oraria, solitamente troverete un prezzo più alto per la fascia F1 (diurna) e un prezzo più basso per la fascia F2- F3 (sera e festivi)

Quindi per confrontare i costi dovete innanzitutto scegliere il profilo di consumo che fa per voi, in termini di Tariffa Monoraria o Bioraria: ragionate bene su quanto tempo passate a casa e quando utilizzate di più gli elettrodomestici, soprattutto lavatrice e condizionatori!

Ed eccoci arrivati al nodo cruciale, il prezzo: per sapere quanto pagate con il vostro attuale fornitore dovete controllare la vostra ultima bolletta, e trovare il costo applicato per la componente Energia.
Quel numerino, espresso in euro per Kilowatt, è quello che dovete prendere a riferimento per confrontare le offerte sul mercato libero.

Quanto posso risparmiare passando dal servizio di maggior tutela al mercato libero?

Il risparmio effettivo ovviamente dipende dal tuo profilo di consumo, ma facciamo innanzitutto un esempio concreto: ad oggi una famiglia italiana media spende 18,516 centesimi di euro per kilowatt (fonte Autorità per l’Energia servizio di maggior tutela, Potenza impegnata 3 kW, contratto per abitazione di residenza anagrafica, consumo pari a 2.700 kWh/anno, prezzi del secondo trimestre 2015).

La componente Energia di quanto addebitato corrisponde al 44,66%, e cioè 8,27 centesimi di euro. Guardando le tariffe luce e gas del mercato libero, troviamo numerose offerte pari o addirittura inferiori a 5 centesimi a Kw, che possono consentire un risparmio fino al 40%, che per la famiglia di questo esempio corrispondono a circa 80 euro l’anno!

OK, ho trovato la tariffa che fa per me e ho deciso di cambiare operatore: quali dati e documenti mi servono?

Come avviene normalmente per la sottoscrizione di un contratto, tenete a portata di mano:

Bolli, deposito cauzionale e anticipo sui consumi: facciamo chiarezza!

Ripetiamo: il passaggio da un operatore all’altro non costa nulla, salvo gli eventuali costi di bollo e di deposito cauzionale (o garanzia).
Il deposito cauzionale è un importo che l’operatore può chiedere al momento della firma del contratto e che deve essere restituito entro trenta giorni dalla cessazione del contratto, comprensivo degli interessi legali. L’importo può variare a seconda del fornitore e della modalità di pagamento prescelta, ma comunque non deve superare i parametri disposti dall’Authority, pari a 11,5 € al kilowatt di potenza prevista dal contratto.

Ad esempio, per la famiglia standard con potenza pari a 3KW, l’importo massimo della garanzia sarà di 34,50 €; se vi occorrono 4,5KW, l’importo massimo invece sarà pari a 51,75 €.
Diverso è il discorso che riguarda gli anticipi sui consumi: l’Authority ha sancito che non possono più essere richiesti. Un altro passo avanti sulla trasparenza!

Guarda il nostro spot TV!

Le migliori offerte del giorno. Affrettati!

Energia rinnovabile: nascono le Power Link Islands 25 mag 2017 Energia rinnovabile: nascono le Power Link Islands Gli obiettivi Europei per la riduzione delle emissioni di CO2 sono sempre più vicini. Dopo gli enormi sforzi e gli...

Leggi l'articolo

Enel Open Fiber: fibra ottica per tutti 24 mag 2017 Enel Open Fiber: fibra ottica per tutti Navigare in internet sempre più velocemente e senza interruzioni: detto così sembra un'illusione. Diventerà invece presto realtà grazie a Enel...

Leggi l'articolo

Streaming TV e Serie A: fine del duopolio Sky-Mediaset Premium 23 mag 2017 Streaming TV e Serie A: fine del duopolio Sky-Mediaset Premium Da sempre contesi tra Mediaset Premium e Sky, i diritti per trasmettere la Serie A saranno d'ora in avanti alla...

Leggi l'articolo