Quanto ci piacerebbe poter navigare in internet gratuitamente mentre stiamo passeggiando, stiamo bevendo un caffè, o mentre siamo in pizzeria a mangiare? A partire da inizio 2017 tutto questo inizierà a prendere piede grazie alla operazione Italia Wifi. 2 milioni di fondi sono già stati resi disponibili per poter partire subito all'inizio dell'anno, questo per la collaborazione in atto tra ministero dei bene e attività culturali e turismo, l'Agenzia per l'Italia Digitale e il ministero per lo Sviluppo Economico.

La novità di questa operazione sta nel fatto che finalmente avremo una unica rete wifi nazionale, che avrà 28 mila punti di accesso wireless e una password univoca, per poter garantire a tutti e ovunque la possibilità di navigare wifi. Sicuramente uno degli obiettivi è quello di diminuire il gap digitale che l'Italia ha rispetto ad altri paesi europei. Verrà creata una apposita app a cui l'utente potrà collegarsi per poi connettersi ai punti wifi che trova, aderenti a questa rete. I cittadini potranno inoltre accedereal sistema pubblico che riguarda l'identità digitale, il cosiddetto Spid, che serve per poter usufruire digitalmente dei servizi della pubblica amministrazione. Per gli stranieri, invece, sarà necessario fornire un numero di cellulare per poi avere una propria password.

Uno degli altri obiettivi, quindi, è anche dare una spinta al turismo, garantendo a chi viene a visistare il nostro paese di poter avere una esperienza digitale ottimale, con un accesso semplificato a internet e una unica password. Tutti gli accessi effettuati da turisti saranno gestiti dallo Stato. La cosa interessante è che questa nuova piattaforma terrà traccia del comportamento degli utenti che la usano, il che significa avere accesso a una mole di dati notevole su come i turisti soggiornano nel nostro paese, cosa visitano, dove mangiano. In poche parole, si conosceranno le abitudini di coloro che vengono a soggiornare in Italia, quindi gli organismi del Turismo potranno proporre poi a queste persone offerte ad hoc, sempre più profilate e interessanti per l'utente finale, pacchetti in cui indicare dove dormire, dove consigliare cosa mangiare, segnalare eventi e così via.

Questo processo di digitalizzazione del wifi per il turismo sarà fondamentale, anche per velocizzare tutte quelle procedure che sono necessarie per chi viaggia: da registrazioni varie al check in in alberghi e aeroporti. Queste operazioni potranno essere effettuate dai turisti in autonomia, accedendo alla apposita app, così come potrà mostrare ticket di eventi, musei ecc. Questo sempre grazie al concetto di identità digitale che si diffonderà con il nuovo servizio di rete unica. Una volta ultimati e posizionati i primi 28 mila punti, i lavori continueranno al fine di coprire in maniera uniforme tutto il territorio italiano.