Accordo trovato tra la 20th Century Fox e Sky, il 61% della Pay TV britannica è ora nelle mani di uno dei più grandi studi cinematografici a stelle e strisce. Dopo un primo tentativo di acquisizione nel 2011, la Fox riesce finalmente a mettere le mani su Sky, consolidando così la posizione di Rupert Murdoch all'interno della rete britannica.

Conclusosi per la bellezza di 14,6 miliardi di dollari (11,7 mld di sterline), l'accordo dovrebbe completarsi entro e non oltre il 31 dicembre 2017, pena il pagamento ad ogni azionista di 10 centesimi per azione. In questo modo Rupert Murdoch torna di prepotenza alla guida di Sky, e si appresta nel giro di breve tempo a deterne tutti i diritti tramite la 20th Century Fox. Secondo la normativa britannica il tipo di accordo stretto tra le due parti consente infatti all'acquirente di raggiungere molto più rapidamente il 100% della società con la quale si è stretto l'accordo.

Nessuno sa ancora con certezza quale tipo d'influenza avrà lo studio cinematografico sul servizio Pay TV, è possibile che questi, in un futuro non troppo lontano, decida di rimpolpare il portfolio Sky ma è anche plausibile che questo non accada. Se da un lato concedere i propri contenuti esclusivamente a Sky potrebbe precludere ghiotte opportunità di business, dall'altro la 20th Century Fox con questa mossa potrebbe consolidare la posizione del servizio nei vari Paesi, donando a Sky una marcia in più. Va anche detto che lo studio potrebbe decidere di non precludersi alcuna possibilità dando però a Sky un vantaggio temporale rispetto alla concorrenza, concedendo magari per qualche mese un determinato film in esclusiva a Sky per poi concederne la pubblicazione anche su altre piattaforme concorrenti.
Gli scenari sono diversi ed è troppo presto per uscire dalla sfera delle supposizioni, vi invitiamo quindi a rimanere sulle pagine di MyBest per ricevere aggiornamenti su questo e molti altri argomenti legati al mondo delle Pay TV e più in generale del risparmio.