WhatsApp volta pagina, e lo fa abbandonando i vecchi sistemi operativi. L’app di messaggistica più utilizzata al mondo, a partire dagli ultimi mesi del 2016 cesserà di essere supportata sui sistemi operativi più vecchi. A comunicare la notizia è stato lo stesso marchio attraverso un comunicato online, con il quale fa sapere quanto questa decisione sia stata difficile ma necessaria.

A partire dal 2017, quindi, l’applicazione cesserà definitivamente di essere aggiornata, ma non di esistere. Coloro che utilizzano ancora Smartphone un po’ datati, di conseguenza muniti di SO ormai superati, potranno continuare in tutta semplicità a utilizzare WhatsApp per chattare con amici e parenti, con l’unica differenza che le loro versione dell’app rimarranno indietro.
Nel comunicato si legge come nel 2009, anno in cui WhatsApp è arrivato nei nostri store online, le persone facevano un uso decisamente diverso dello Smartphone se paragonato a quello di oggi, e che i sistemi che allora costituivano la fetta più grande del mercato, oggi non lo sono semplicemente più. In parole povere sono stati rimpiazzati. Sei anni fa Windows Phone, iOS e Android formavano insieme meno del 25% mercato, oggi lo controllano.

I sistemi e/o dispositivi che non verranno più supportati sono i seguenti:

  • Tutti i sistemi BlackBerry, compreso l’ultimo OSBB10
  • I Nokia S40, S60 e più in generale la serie Symbian
  • Le versioni 2.1 e 2.2 di Android
  • La versione 7.1 dei dispositivi Windows Phone

Alcuni si chiederanno il perché di questa scelta, perché smettere di supportare una parte, seppur piccola, dei dispositivi che utilizzano il servizio. La decisione presa da WhatsApp è tutt’altro che insensata, se pensate ai consumatori e al mercato della telefonia mobile che ci sono in queso momento. Quasi ogni anno le case produttrici sfornano nuovi modelli, e le nuove generazioni non fanno altro che seguire la moda dell'ultimo modello, sulla carta più potente e performante del precedente. Essendo il ricambio dei dispositivi così veloce, così come lo è il rilascio di nuovi aggiornamenti, i vecchi cellulari e SO sono destinati a essere abbandonati in fretta.